Notizie

AL CUNEO IL TROFEO AUDI ZENTRUM. SECONDA LA SAMPDORIA DAVANTI ALL’ALBESE

Il calcio d’estate ha portato ieri sera nella splendida cornice dello stadio “A. Manzo” di San Cassiano ad Alba quello che da quattro stagioni è divenuto un sug

Il calcio d’estate ha portato ieri sera nella splendida cornice dello stadio “A. Manzo” di San Cassiano ad Alba quello che da quattro stagioni è divenuto un suggestivo appuntamento fisso. Il Triangolare della Provincia Granda – Trofeo Audi Zentrum è infatti da sempre occasione per vedere squadre di rango confrontarsi sul prato albese con la squadra di casa, portando sprazzi di buon calcio a discapito di una condizione fisica forzatamente non ancora ottimale. E non sono mancati spunti interessanti neppure ieri sera quando, davanti ad un nutrito pubblico, Albese, Cuneo e per la prima volta la squadra Primavera della Sampdoria si sono date battaglia in tre mini-gare da 45′ che hanno visto alla fine prevalere i biancorossi di Fraschetti, che confermano così il titolo conquistato 12 mesi fa. Al secondo posto una giovanissima Sampdoria in possesso di alcune buone individualità, terza un’Albese che non ha sfigurato davanti a squadre più avanti con la preparazione. Il primo match in programma vede opposte le due squadre cuneesi. Rosso parte con Corradino tra i pali, Grimaldi, Buso, Vecchiè e Bregaj in difesa, La Grasta, Carluccio, Freda e Colla in mediana e il duo Gai e Bandirola in attacco. Il Cuneo risponde con Croce, Quitadamo, Cotroneo, Togni, Conrotto Procida, Corsini, Mondino D’Antoni, Radoin e De Sena. Partono meglio gli ospiti e dopo un quarto d’ora il neo acquisto De Sena approfitta di una leggerezza difensiva locale per depositare in rete in scivolata. L’Albese, tutt’altro che rinunciataria, non sbanda e dopo un bello spunto di Gai fuori misura, trova il pareggio al 38′ quando Badirola dal limite dell’area si inventa un eurogol al volo che non lascia scampo a Croce. Lo spauracchio dei rigori per il Cuneo dura però solamente quattro minuti, perchè al 42′ D’Antoni sul filo del fuorigioco trova lo spunto giusto per regalare i primi tre punti al Cuneo. Cuneo che rimane in campo dando spazio a quei giocatori meno impegnati nel primo match (in panchina Fraschetti ha portato Gomis, Toscano, Campana, Bianco, Orofino, Ottobre, Palazzolo, Stendardo, Genovese, Papa e Zichitella), per affrontare la Primavera della Sampdoria allenata da Francesco “Ciccio” Pedone, ex giocatore di A con Reggiana, Venezia, Bari e Sampdoria. Per questa prima uscita in Langa i blucerchiati ai affidano all’undici composto da Bonavia, Romei, Ferrazzo, Gabbani, Pastor, Leverbe, Oumamri, Tessiore, Tommasini, Ejjaki e Balde Ibou. La gara si apre con un brutto scontro in attacco e a farne le spese è il portiere ligure Bonavia che deve abbandonare il campo lasciando il posto a Piccardo. Allo sfortunato estremo difensore genovese gli auguri di pronta guarigione. La gara scivola quindi via sui binari dell’equilibrio, Orofino in avanti fa vedere buone cose per il Cuneo ma a sbloccare il match è nuovamente De Sena che, tutto solo, non ha problemi a depositare in rete un preciso assist di Ottobre per il gol che vale la vittoria cuneese del torneo. Del tutto ininfluente, quindi, l’ultimo incontro di giornata. Il mister Giancarlo Rosso conferma l’undici del primo mini-match dando però spazio, in corso d’opera, a Gallo, Rossi, Angelov, Mascarello, Dieye, Giudice, Mala, Delsanto, Morone e Di Marco, mentre Pedone getta nella mischia Tissore, Bambo, Gilardi, Cioce, Buba, Baungartner, Curito, Bozzi e Cuomo. L’Albese parte bene, Bandirola dimostra di essere già in ottima forma e dopo una manciata di minuti sfiora il secondo gioiello di giornata, ma la rete è nell’aria e arriva al 15′ quando Bregaij si fa trovare pronto sugli sviluppi di un corner e trova l’incornata vincente. Con il preventivabile turn over attuato dagli allenatori per dare spazio a tutti in questa serata di festa, l’età media in campo cala vistosamente negli ultimi minuti di gara (moltissimi i giocatori delle annate 1998-’99 e 2000 tra i 22 in campo) e ad approfittarne è la Sampdoria che a cavallo tra il 36′ e il 43′ ribalta il risultato, prima trovando il pareggio con un guizzo di Bambo, quindi portando a casa l’intera posta in palio con un rigore realizzato da Cioce. Il Cuneo si aggiudica il Trofeo Audi Zentrum con 6 punti, seguito dalla Sampdoria a quota 3 e da un’Albese che, nonostante le due sconfitte, ha dimostrato di potersela giocare alla pari con squadre più quotate.