Notizie

ALBESE SPRECONA, IL CHIERI PASSA A SAN CASSIANO

Vince il Chieri, a San Cassiano. Lo fa al termine di un match combattuto, vibrante, specialmente durante la prima ora di gioco. Per l’Albese è una sconfit

Vince il Chieri, a San Cassiano. Lo fa al termine di un match combattuto, vibrante, specialmente durante la prima ora di gioco. Per l’Albese è una sconfitta amara: i biancoazzurri di Rosso non demeritano, anzi, ma alla fine devono inchinarsi a un Chieri più cinico. Eppure i primi 20′ dell’incontro sono di marca albese: in due occasioni Marijanovic e Tavella impensieriscono non poco il bravo Tunno (decisivo in più di un’occasione, soprattutto nel finale), il primo sfiorando la traversa dopo un’azione personale, il secondo mettendo di poco a lato con una rasoiata da fuori. L’occasione più ghiotta capita però sui piedi di Sinato: il 9 ospite s’invola verso la porta avversaria tutto solo verso Gallino il quale è costretto a uscire dall’area di rigore, la punta lo salta e calcia a colpo sicuro verso la porta sguarnita ma sulla traiettoria c’è Roveta che in qualche modo devia in angolo. Passano 10 minuti e i padroni di casa passano: corner perfetto dalla sinistra, capitan Garrone stacca indisturbato e batte l’incolpevole Tunno. L’Albese spinge sull’acceleratore, il Chieri appare in difficoltà: Cornero sulla destra si beve il diretto avversario e appena entrato in area scarica verso la porta sfiorando il bersaglio grosso. Il gol del Chieri arriva quando meno te l’aspetti: a 4′ dalla fine del primo tempo è Pasquero prima a sbagliare da pochi passi centrando Gallino e poi a ribadire di testa in rete per l’1 a 1 che di fatto chiude la prima frazione. Nella ripresa il canovaccio non cambia: Albese più manovriera, Chieri che vuole subito verticalizzare e va spesso in contropiede. Prima Marijanovic, poi Cornero tentano la via del gol con due giocate ad effetto. Ma il Chieri risponde immediatamente: Montante calcia dal limite, sulla traiettoria c’è Panepinto e la palla finisce fuori di poco alla sinistra di Gallino. Un minuto più tardi sale in cattedra Tunno: l’estremo ospite prima è super su Marijanovic (non per l’ultima volta), poi intercetta una conclusione da pochi passi di Garrone, ben servito da Anderson. E’ il miglior momento per l’Albese che dà l’impressione di poter far male, mentre il Chieri appare in affanno. Il ritmo cala pian piano e Rosso decide che è il momento di cambiare qualcosa: in 4′ fuori Delpiano-Tavella per Modini-Sese. Le squadre appaiono ora decisamente più stanche. Anche Zicchella effettua il primo cambio del match: fuori Montante, dentro Valenti. E’ la svolta. Poco dopo Garrone spreca ancora, non trovando la deviazione di testa, tutto solo, su un calcio di punizione dalla trequarti. Il Chieri, sornione, punisce 7′ dopo: lunga possesso palla e azione insistita, la difesa di casa si dimentica di Valenti che riceve in area e da pochi passi batte imparabilmente Gallino. Fuori anche Berardo e dentro Fiandaca. L’Albese non ci sta e si butta in avanti alla ricerca del pari. All’87’ splendido colpo di testa di Marijanovic ma Tunno si supera deviando in corner. Due minuti più tardi il numero uno ospite è ancora decisivo su una bella conclusione di Picone. Intanto Zicchella ha sostituito Pasquero per Garrone e nel primo dei 5′ di recupero effettua anche il terzo e ultimo cambio. C’è ancora tempo per un tiro dalla distanza di Incontri che va di molto a lato. E’ l’ultima emozione del match. Finisce 2 a 1 per gli ospiti. Omar Gattuso