Notizie

ALBESE: VITTORIA SOFFERTISSIMA MA IMPORTANTISSIMA

L’ALBESE passa con Cusano ma viene raggiunta da Zarantonello prima del riposo. Nella ripresa tanti attacchi ma anche difficoltà a costruire. Nel re

L’ALBESE passa con Cusano ma viene raggiunta da Zarantonello prima del riposo. Nella ripresa tanti attacchi ma anche difficoltà a costruire. Nel recupero la papera del portiere Tulino consegna la vittoria ai biancazzurri. ALBESE – SETTIMO: 2 – 1 RETI: 31′ Cusano (A), 42′ Zarantonello (S), 93′ aut. Tulino (A) ALBESE: Russo, Del Buono, Nebbia, Vallefuoco (10’st Ligotti), Patrini, Odino, Cagnasso (14’st Chiatellino), Sacco, Santoro, Cusano, Nicolini (35’st Cornero) A disp.: Gilli, Cora, De Rosa, Di Lorenzo All.: Rosso SETTIMO: Tulino, Tarantini, Marchio, Bertello, Barca, Basiglio, Del Vecchio (17’st Cardone), Romeo, Zitolo (17’st Saraceno), Amato, Zarantonello (38’st Francesa Gherra) A disp.: Cena, Piazza, Amedeo, Spartera All.: Del Vecchio ARBITRO: Sig. Bercigli di S. G. Valdarno ASSISTENTI: Sig.ri Licci e Spinetta di La Spezia Note: Pomeriggio assolato e anche caldo, campo molliccio ma in discrete condizioni con circa 250 spettatori. Espulso al 34′ pt Romeo (S) per gravi proteste ammoniti: Del Vecchio, Marchio e Cardone (S), Odino, Nicolini e Ligotti (A). Recupero: pt. 3′, st. 5′. ALBA: La vittoria di oggi con il Settimo è anche meritata ma arrivata dopo un match che ha prodotto una sofferenza grandissima poi la dea bendata ci ha premiato, forse ricordandosi quanto fino ad ora ci ha negato in questa stagione. I ragazzi di mister Rosso sotto il profilo dell’impegno sono stati anche encomiabili hanno forse peccato un tantino nella circolazione della palla un po’ lenta e quindi la manovra diventava prevedibile e per lunghi tratti i torinesi sono riusciti a contenere senza grandi difficoltà. Purtroppo la situazione attuale non consente ai ragazzi albesi di essere tranquilli, sanno di avere troppo bisogno della vittoria, le gambe paiono imballate e le giocate vengono fuori a fatica. La pressochè continua ricerca del punto vincente è comunque una costante per tutta la partita, il Settimo si è difeso con ordine producendo, nelle ripartenze, anche qualche grattacapo ma in fondo una grave quanto inopinata sciocchezza del portiere Tulino ha consegnato la vittoria albese che se la sono meritata soprattutto per l’impegno profuso e anche a qualche situazione disgraziata che non ha trovato il giusto premio. Per il tecnico Rosso sono fermi ai box Dutto, Ferrari e Emiliano ma anche Di Lorenzo, Patrini, Cusano e Odino lamentano guai fisici e quindi mette insieme una formazione azzardata correndo anche rischi sia subito che in seguito negli eventuali cambi però il momento è pulsante e bisogna dare un forte segnale a tutti. Il Settimo è disperato, con i suoi 9 ounti in graduatoria ha praticamente esaurito le speranze ma a condurlo c’è mister Del Vecchio, un allenatore che non molla mai, quindi in ogni caso bisogna stare all’erta. L’avvio della partita non è al fulmicotone, le squadre si affrontano con circospezione, i torinesi pare controllino con buona autorità mentre gli albesi, a cui spetta il compito di “fare” la partita, cercano la profondità a volte con troppa fretta senza la dovuta avvolgente costruzione. Il Settimo è attento a inserirsi anche nelle più piccole imperfezioni albesi ma il primo vero pericolo è albese: 16′, Cusano slalomeggia al limite e poi spara un fendente deviato di quel tanto da sfiorare la base del palo e perdersi sul fondo! Ancora il nostro bomber è sugli scudi al 21′ quando, da decentrato, mette rasoterra per l’arrivo di Santoro che ad un passo “cicca” l’impatto conclusivo! Imprecazioni. La partita avanza senza ritmi vertiginosi, a menar la danza sono sempre gli albesi ma i torinesi non stanno a guardare. In un ribaltamento di fronte l’Albese passa in vantaggio: è il 31′ e Nicolini imbuca sulla corsa Cusano, sul filo del fuorigioco, che si invola verso Tulino e lo trafigge in uscita nell’angolino lontano. 1 a 0 e finalmente si tira il fiato. Il vantaggio innervosisce il “capitano” Romeo che, poco dopo, viene espulso reo di aver apostrofato pesantemente l’arbitro. Nonostante l’inferiorità il Settimo prova a scuotersi e producono qualche scorribanda dalle parti di Russo rischiando ancora con Nicolini lanciato in fascia che serve largo ancora Cusano che, accentrandosi , lascia andare una botta che sorvola la traversa di non molto. Si arriva al 42′ quando dal limite Del Vecchio prova la conclusione che viene intercettata da un difensore, la palla imbizzarita finisce centralmente a Zarantonello che in spaccata insacca il momentaneo pareggio. 1 a 1 ed è tutto da rifare. Nella ripresa i biancoazzurri provano ad alzare le giocate ma la palla sembra pesare più del dovuto e la manovra ne risente. Ciò nonostante già al 64′ arriva un’occasionissima: Cusano centra al millimetro dove si alza Santoro con una capocciata ma sulla linea è posizionato Barca e allontana la minaccia. Altre imprecazioni. Il Settimo ha coraggio e avanza conquista una punizione decentrata, battuta da Zitolo, ma Russo è attento e mette in angolo, poco dopo è la volta di Barca che con una testata da sottomisura a sorvolare di non molto la traversa! A cavallo del 75′ due grandi opportunita albesi: la prima è di Chiatellino a sparare in corsa dal limite sotto il legno trasversale con conseguente volo di Tulino che con una mano alza sopra. La seconda è Patrini ad incornare , dopo azione d’angolo, nell’angolino ma ancora il portiere vola ed intercetta in acrobazia. La pressione albese è costante però la precisione e anche la voglia mentale vacillano con la partita che viaggia mestamente verso un pareggio che non serve proprio a nessuno. Al terzo minuto di recupero Odino batte l’ennesimo angolo, palla a mezz’altezza radente la porta con Tulino, forse accecato dal sole, smanaccia e infila il pallone in rete!!! 2 a 1 e non sembra vero. Il Settimo si desta ancora e ci prova dal limite Bertello ma Russo dice che deve finire così con la vittoria dell’Albese. I tre punti auspicati sono arrivati, la buona sorte oggi è stata finalmente benevola ma adesso domenica ad Aquanera bisognerà fare l’impossibile con l’ennesima prova di forza. Tutti ci crediamo. Coraggio. L’INTERVISTA A MISTER ROSSO: ” Questo è un risultato giusto in una partita della paura. Purtroppo stiamo attraversando un periodo difficile e senza risultati positivi il gioco in campo ne risente, non siamo sufficentemente lucidi e oltretutto abbiamo rischiato giocatori anche non a posto fisicamente ma per noi determinanti e fondamentali. Questa è una vittoria indiscutibile, il loro portiere è stato decisivo in diverse occasioni quindi ce la siamo meritata tutta. I miei ragazzi soffrono questo momento negativo più a livello mentale che fisico, abbiamo bisogno di fare qualche successo consecutivo e ritroveremo anche più gioco ma per ora va bene così, era importante vincere. Odino, come Patrini e Cusano, è un vero leader in campo e fuori, oggi ha giocato con un’infiltrazione e anche se menomato alla fine ha battuto l’angolo decisivo. Ho chiesto loro uno sforzo per essere presenti, li ringrazio veramente di cuore per il loro attaccamento. A questa salvezza noi ci crediamo tutti, nessuno escluso.” Mister Del Vecchio (Settimo): ” In una partita molto equilibrata l’arbitro di giornata ha cambiato tutto. Prima la loro rete in netto fuorigioco, poi l’espulsione affrettata del nostro “capitano” sono state decisioni di importanza fondamentale per il risultato finale.” Piero Cornero