Notizie

Armando Picchi Calcio Livorno

La sfida di sabato a Corneliano, nell’ambito della prima giornata di andata del girone F della Juniores Nazionale, vede l’Albese opposta alla Armando Picchi Livorno Calcio, un club nato quasi 40 anni fa in memoria di uno dei più grandi calciatori italiani, quell’Armandi Picchi capitano della grande Inter e della Nazionale. Storia del Club tratta dal sito Internet www.armandopicchi.it La Società Armando Picchi Calcio, nasce per il volere della famiglia Picchi che vede nel 1971, i mai dimenticati e compianti, Enzo Picchi (cugino di Armando) e Leo Picchi (fratello di Armando) rilevare la piccola società sportiva G.S. Don Bosco che giocava presso l’Istituto Salesiano di Livorno, trasformandola nel G.S. Armando Picchi Calcio, che in pochi anni arriva a traguardi prestigiosi nell’ambito del settore giovanile, culminati con la vittoria dei Titoli Nazionali ALLIEVI e JUNIORES (1973 -1974). L’Armando Picchi si propone come società’ di spicco nell’ambito della formazione e crescita dei vivaio, e non a caso, i principali calciatori che sono arrivati alle massime categorie del calcio professionistico sono passati dal Picchi, citiamo soltanto l’elemento di maggior rilievo Cristiano Lucarelli, giunto alla Nazionale maggiore, non evidenziando per non fare un torto a nessuno, i molti altri calciatori che dal Picchi sono approdati a società’ dì Serie A-B-C. Intorno agli anni 90, la famiglia Picchi, ritiene di dover ampliare l’assetto societario per dare un nuovo impulso alla crescita sportiva, vengono chiamati alcuni operatori portuali, amici di Enzo Picchi, a dare un contributo ed i nuovi soci “Leone” Lonzi ed Enio Lorenzini, danno un contributo determinante alla attuale trasformazione dell’ARMANDO PICCHI CALCIO srl, società’ che vede la costruzione di un nuovo impianto sportivo, in Località’ Banditella su circa 35.000,00 metri, con Campi in Erba e in Sintetico, vero fiore all’occhiello della società’ e della Citta’. Nel frattempo la società’ consegue importanti risultati, che culminano con la promozione in Serie D campionato in cui la squadra livornese milita attualmente (girone E). Chi era Armando Picchi Armando Picchi (nato a Livorno il 20.06.1935, morto a Sanremo il 26.05.1971) iniziò la sua carriera di calciatore nel Livorno (105 presenze), poi alla Spal (27 presenze esordio in serie A) e quindi alla grande INTER di cui divento’ capitano con 257 presenze (3 scudetti, 2 coppe campioni, 2 Coppe Intercontinentali), vanta 12 presenze in Nazionale maggiore e fu proprio in occasione di un grave infortunio in occasione della partita Bulgaria-Italia giocata a Sofia, che in pratica giunse al declino la sua carriera di giocatore. Terminò al Varese (47 presenze) ove avvenne il passaggio da giocatore-allenatore che lo vide poi al Livorno e, nell’anno successivo, a soli 35 anni allenatore della Juventus. Una malattia pose fine alla sua prestigiosa carriera di sportivo all’età’ di soli 36 anni, lasciando un vuoto incolmabile, per la moglie Francesca e i due figli Leo e GianMarco, ma anche per tutti coloro che ebbero il modo di conoscerlo ed apprezzarlo per le sue doti di generosità, altruismo e modestia, che abbinate al suo innato potere carismatico, ne fanno ancora oggi a distanza di molti anni dalla sua scomparsa, un mito del calcio italiano.