Notizie

COPPA ITALIA: UNA RETE DI GAI ELIMINA LA CHERASCHESE

ALBESE – CHERASCHESE 1-0ALBESE: Pinelli, Spada (8’st Gambino), Nebbia, Maglie, Staffolarini, Rinaldi (41’st Berardo), Gallesio, Garrone, Gai, Ferrar

ALBESE – CHERASCHESE 1-0 ALBESE: Pinelli, Spada (8’st Gambino), Nebbia, Maglie, Staffolarini, Rinaldi (41’st Berardo), Gallesio, Garrone, Gai, Ferrari (14’st Delpiano), Colaianni. A disp. Baudena, Cornero, Ferrero, Savigliano. All. Rosso CHERASCHESE: Maiani, Fissore, Costamagna (40’st Veglio), Del Buono, Pupillo, Bardella, Bellino (11’st Zancanaro), Moracchiato, Melle, Ammendolea, Sardo (35’st Malvicino). A disp. Marengo, C. Ciravegna, F. Ciravegna, Porcelli. All. Dessena Arbitro: Cassella di Bra Reti: pt 40′ Gai NOTE: Spettatori 150 circa, ammoniti Staffolarini, Gallesio, Gai, Gambino (A), Costamagna (C ALBA – Buona la prima. L’Albese debutta ufficialmente in Coppa Italia superando di misura una coriacea Cheraschese. Un risultato che non rende a pieno l’idea della supremazia dei padroni di casa, devastanti quando decidono di premere il piede sull’acceleratore, ai quali va imputata l’unica colpa di non aver chiuso prima l’incontro, tenendo i bianconeri in partita sino alla fine. La prima parte di gara è soporifera, con il caldo eccessivo che impedisce al gioco di decollare ed alle due squadre di creare vere occasioni da rete. Alla mezz’ora, però, l’Albese alza il ritmo e la Cheraschese va notevolmene in affanno. Al 30′ il giovane Colaianni, eccellente al debutto, pesca bene Ferrari in area ma la conclusione dell’attaccante albese è debole e Maiani blocca senza problemi. Due minuti più tardi è ancora la punta ex Chieri a servire centralmente Ferrari ma l’estremo difensore ospite si supera in uscita sventando la minaccia. Al 41′ però, Ferrari si fa perdonare i due errori saltando deliziosamente l’uomo e mettendo al centro un pallone con il contagiri sul quale si avventa Gai di testa ed insaccando sul palo opposto. Allo scadere la punta prelevata dal Bra, ben imbeccato da capitan Garrone, tenta di restituire il favore a Ferrari ma la sua conclusione al volo termina di poco a lato. La ripresa si apre nel segno della Cheraschese che, dopo 9′ potrebbe pareggiare: cross di Sardo, Melle da due passi manca la deviazione di testa e la palla termina sul fondo. Al 13′ è l’Albese ad avere la palla buona per chiudere la gara: Colaianni al limite dell’area fa tutto bene, resiste alla carica di un avversario e conclude a rete ma la palla centra la traversa. Tre minuti dopo ancora Colaianni dopo aver dialogato con Gai conclude a rete ma la palla è deviata in angolo da un difensore. Alla mezz’ora si fa vedere nuovamente la Cheraschese con l’ex Del Buono che, dal limite, trova lo specchio della porta ma Pinelli si tuffa e devia. La gara cala vistosamente di ritmo, l’Albese stenta a pungere in contropiede e al 38′ un fraseggio Melle-Pupillo vede la conclusione di quest’ultimo uscire alta sopra la traversa. l’ultima occasione della gara capita sui piedi di Delpiano il quale, da posizione defilata, spara sul fondo. Soddisfatto a fine gara il mister Giancarlo Rosso “Il caldo ci ha condizionati moltissmo – afferma – così come si è fatto sentire il carico di lavoro degli ultimi giorni. Nonostante questo i ragazzi mi sono piaciuti molto nel primo tempo, mentre nella ripresa la squadra mi è parsa stanca. Ora ci concentriamo sul campionato tenendo bene in mente il nome che ci portiamo dietro, la nostra storia e quelli che sono i nostri obiettivi. Sappiamo dove possiamo arrivare, l’importante è non strafare e giocare sempre con la giusta serenità. Così facendo sono sicuro che i risultati arriveranno”. Sulla stessa lunghezza d’onda il patron Franco Rava “I ragazzi mi sono piaciuti molto nel primo tempo, nonostante i troppi errori sotto porta. Nella ripresa siamo calati ma abbiamo comunque amministrato bene la partita. Ora dovremo calarci nuovamente nella realtà dell’Eccellenza facendo però di tutto per tornare il prima possibile in Serie D”.

Andrea Gai, sua la rete che ha steso la Cheraschese