Notizie

GAI E BOSCO FIRMANO LA RIMONTA ALBESE A CHERASCO

Giro di boa per il campionato di Eccellenza e subito in programma un derby sentitissimo in Langa. Di fronte al «Roella» una Cheraschese desiderosa d

Giro di boa per il campionato di Eccellenza e subito in programma un derby sentitissimo in Langa. Di fronte al «Roella» una Cheraschese desiderosa di riscattare subito il passo falso di domenica a Settimo e un’Albese che, nonostante la sconfitta di sette giorni fa a Casale, ha dimostrato di potersela giocare con tutti. Un derby che va oltre la semplice gara calcistica, già solo per le forze in campo, con i “lupi” bianconeri infarciti di ex albesi, dal portiere Tarantini al difensore Sinato, dal fantasista Chiatellino agli “ex prodigi della cantera biancoazzurra” Cornero e Gallesio. Grandi motivazioni, quindi, come quelle che avevano portato i cheraschesi a compiere lo storico colpaccio al debutto in campionato andando ad espugnare in rimonta proprio l’ “A.Manzo” di Alba. Eppure, il derby nasce in sordina, avaro di emozioni, estremamente teso, più agonistico che tecnico a discapito di uno spettacolo che latita per quasi un tempo. Ma un derby è un derby, ed allora eccolo esplodere nella ripresa, con una girandola di emozioni dalla quale scaturirà un 2 a 2 che, di fatto, scontenta entrambe le squadre, la Cheraschese per non essere riuscita a gestire il doppio vantaggio, l’Albese per aver regalato il primo tempo agli avversari. L’avvio di gara è all’insegna dell’equilibrio: la Cheraschese controlla agevolmente un’Albese sin troppo arrendevole, macina gioco ma le occasioni da rete latitano, almeno sino alla fiammata al 18′ che accende la partita: azione manovrata da manuale per i ragazzi di Brovia, apertura in fascia di Celeste per Costamagna, filtrante a centro area per Oddenino che a botta sicura chiama De Miglio alla respinta d’istinto sulla ribattuta si avventa Pupillo che calcia a rete trovando la nuova opposizione dell’estremo difensore ospite, parata avvenuta per l’arbitro al di là della linea di porta e Cheraschese in vantaggio. Il gol subito stordisce l’Albese che non riesce a imbastire una valida reazione ed allora ci vuole un provvidenziale recupero di Roveta, al 25′, per impedire ad Oddenino di calciare a rete da ottima posizione. Oddenino che potrebbe raddoppiare dieci minuti più tardi quando, smarcato a centro area da un intelligente assist di Cornero, calcia indisturbato centrando in pieno il legno. Bisogna aspettare il 42′ per registrare segni di vita dell’Albese, ed è Bosco a firmare il primo squillo cercando la battuta a rete in mischia trovando però la provvidenziale opposizione di Sinato. Un minuto più tardi è invece Manasiev a cercare la gloria dalla distanza ma la palla termina alta sopra la traversa. Tutta un’altra musica è quella che si ode nella ripresa, quando la partita finalmente decolla complice una crescita dell’Albese stessa, andando ad onorare il suo status di derby. E tempo 4′ gli uomini di Rosso pervengono al pareggio: conclusione dal limite dell’area di «Tato» Manasiev, Vittone non rinvia, e il più lesto di tutti è Gai a impossessarsi della sfera e scagliarla alle spalle di Tarantini per la sua undicesima marcatura stagionale. Non c’è però neppure il tempo di gioire per gli albesi, che la Cheraschese passa nuovamente: splendido spunto in fascia di Celeste che pesca in area Oddenino, i difensori albesi si dimenticano dell’attaccante bianconero e per lui è un gioco da ragazzi depositare la palla in rete. L’Albese non ci sta, Rosso rinforza l’attacco gettando nella mischia Bandirola ridisegnando una squadra dallo spiccato assetto offensivo e alla mezz’ora arriva il nuovo pareggio: scambio Gai-Bosco, il numero 10 albese vince due rimpalli venendosi a trovare a tu per tu con Tarantini, fulminandolo con un rasoterra che si insacca dopo essergli passato sotto il corpo. A questo punto l’Albese ci crede, alza il baricentro ma non va oltre ad un tiro fuori misura di Colla che «chiude» senza vincitori nè vinti questo derby di Langa. CHERACHESE: Tarantini, Vittone, Fontana, Sinato, Cornero, Gallesio (42’st Blini), Costamagna, Chiatellino, Oddenino (37’st Micelotta), Celeste, Pupillo. A disp. Giustiniani, Amelotti, Mazzucco, Gennari, Sandron, Micelotta. All. Brovia ALBESE: De Miglio, Grimaldi (23’st Bandirola), Buso, Vecchiè (11’st Colla), Mancini (38′ Crescente), Carluccio, Manasiev, Gallo, Bosco, Gai. A disp. Redouane, D’Addio, Del Santo, Mala. All. Rosso Arbitro: Bodini di Verona Assistenti: Sciuto di Alessandria, Graziano di Asti RETI: 18′ Pupillo (C), st 4′ Gai (A), 10′ Oddenino (C), 29′ Bosco (A) NOTE: Ammoniti Costamagna, Chiatellino e Pupillo (Ch) Mancini, Manasiev e Gai (A) Recupero 3+3