Notizie

JUNIORES NAZ.: ALBESE – SARZANESE 0 – 3

ALBESE: Empolesi, Bennari, Di Prima, Aimo, Clerico (22’st Delpiano), Molinaro (35’st Di Filippo), Giorgi E., Biestro, Eusebio, Gerlotto, Tranchero (

05 dicembre 2009 – 12.a giornata UNA PARTITA DA DIMENTICARE!!!! ALBESE: Empolesi, Bennari, Di Prima, Aimo, Clerico (22’st Delpiano), Molinaro (35’st Di Filippo), Giorgi E., Biestro, Eusebio, Gerlotto, Tranchero (48′ Cornero) A disp.: Fenocchio, Valsania, Topino, Chiarle All.: Mascarello SARZANESE: Manzoni, Andreani (11’st Taddei), Carozzo, Prestigiacomo, Tognini, De Martino (13’st Greco), Cattabiani, Mancatelli, Papa, Maggiore, Andreani F.(24’st Dazzi) A disp.: Giacche, Cosci All.: Papadhopulli RETI: 29′ 67’Cattabiani, 54′ De Martinio ARBITRO: Sig. Colosimo di Torino ASSISTENTI : Sig. Zarrilli di Asti e Sig. Barra di Bra Note: pomeriggio con pallido ma temperatura fredda. Ammoniti: Bennari e Di Prima (A), Andreani, Cattabiani e Taddei (S). Nessun recupero nei due tempi. ALBA – Siamo purtroppo a raccontare di un altro brutto pomeriggio offerto dalla Juniores Nazionale. La sconfitta maturata contro la Sarzanese, insieme a quella di sabato scorso a Genova contro la Sestrese, la dice lunga sulla potenzialità tecnica e psicologica di questa squadra e questi dati devono far riflettere soprattutto i ragazzi che vanno in campo. Se all’inizio di questo torneo è servito un certo numero di partite per trovare la quadra al gruppo, ancorché numerosissimo, poi questi ragazzi hanno attraversato un momento dove, seppur il gioco non fosse così arioso e spumeggiante, però la tenacia, lo spirito battagliero, la comunità di intenti, la mente sgombra dei vezzi serali, grande volontà applicata a tutte le situazioni hanno dato dei frutti importanti. Da qualche partita tutte queste componenti basilari sono scesi sotto il livello di guardia e i risultati magicamente sono tornati normali, quindi sonore sconfitte, come le brutte prestazioni sono tornate normali con pochissimo da salvare. Personalmente non credo che questa squadra sia quella vista in questi ultimi incontri, non sarà certamente da vertice ma scarsa non è. Una cosa però è sicuramente palese: al momento in cui a questo gruppo va ad indebolirsi la tensione agonistica, la fase mentale con l’approccio alla partita è più blanda si va incontro a questi risultati e a questo tipo di prestazioni. Una lancia da spezzare per i ragazzi di mister Mascarello va in direzione della tecnica per quanto visto fino ad oggi, e sono praticamente ormai tutte, in giro non si sono viste grandi diversità dai nostri che hanno dalla loro tutto le risorse tecniche praticamente alla pari di tutte le altre. In conclusione bisogna dire che la Juniores Nazionale dell’Albese può fare un bel campionato a patto che per nessun motivo si abbassi mai la guardia sotto il profilo della grandissima applicazione e volontà. L’alternativa è la vulnerabilità a grandi dimensioni a cui si va incontro mettendo inoltre in forte risalto anche le poche virtù che gli avversari hanno nelle loro corde. Come derresto è successo oggi. Contro questa Sarzanese si sono messo ulteriormente a nudo i grossi limiti caratteriali e di concentrazione facendo così diventare grandi ed efficaci le normali giocate dei liguri dove, per avere la meglio, hanno avuto il merito di approfittare di gravi errori commessi. La partita di oggi è tutta qui. Quanto successo d’altro è veramente poca cosa, sia da una parte che dall’altra, però l’incontro è terminato con un umiliante 3 a 0. Racconto sulle realizzazioni, in quanto la partita ha offerto veramente poco da dire. Un buon combattimento a centrocampo, pallacce lunghe per gli avanti, qualche traversone stabilmente fuori misura, qualche punizione letteralmente buttata alle ortiche, una circolazione di palla estremamente sempre difficoltosa, erroracci di impostazione e di tiro. Il vantaggio ospite si concretizza al 22′ allorquando Cattabiani viene servito decentrato e sulla corsa, forzatura ed entrata in area quando beffa con un pallonetto l’uscita disperata di Empolesi. Il raddoppio arriva al 54′ con un altro pasticcio albese: su punizione di Mancatelli a centro area si alza il solissimo pivot (per la statura e quindi si dovrebbe avere il massimo dell’allerta) De Martinio che con una capocciata scavalca un Empolesi preso dal dubbio dell’uscita. Il 3 a 0 giunge al 67′ quando un’imbarazzante posizione della difesa albese consente un tiro cross dall’esterno per il tap-in in solitudine e ravvicinato di Cattabiani. Dei biancoazzurri si ricorda una traccia di: una testata di Eusebio, tutto meno che pericolosa, un tiro in corsa di Gerlotto, da posizione decentrata, con la sfera che si perde sul fondo, ci prova Biestro dal limite ma con battuta troppo centrale, una punizione di Delpiano che scuote la rete dietro la porta. L’unica nota lieta è una gran bordata in corsa in diagonale di Cornero dove il cuoio sbatte violentemente contro la traversa! Tutto troppo poco per essere vera Albese. Spero vivamente che in questa settimana i ragazzi riescano a trovare quelle condizioni, sia tecniche che mentali, tali sa riuscire a recuperare quello che è stato fino a poche settimane fa. Sabato prossimo il riscatto è a portata di mano contro il Borgorosso in trasferta a Lavagna. Calcio di inizio ore 14.30. Piero Cornero