Notizie

JUNIORES NAZ: ALBESE- VOGHERA 3 – 2

16-01-2010 – E’ UN’ALBESE CHE VINCE MA FA SOFFRIRE ALBESE: Fenocchio, Molinaro (1’st Bennari), Tranchero, Aimo, Chiarle, Busato E., Cornero (1

16 gennaio 2010 – 16.a giornata E’ UN’ALBESE CHE VINCE MA FA SOFFRIRE ALBESE: Fenocchio, Molinaro (1’st Bennari), Tranchero, Aimo, Chiarle, Busato E., Cornero (1’st Delpiano), Biestro, Volume, Gerlotto, Clerico (87′ Cuccu) A disp.: Empolesi, Verney, Valsania, Giorgi E. All.: Mascarello VOGHERA: Giugliano, Albani, Manfrè, Lautaru, Bellantonio, Bernini (35’pt Zanimacchia), Triglione, Soffientini, Zanimacchia, Lombardi, Paredes A disp.: Zuccotti, Bouaissi, Manfredi All.: Casella RETI: 3′ 60′ Volume, 36′ Cornero, 43′ Lombardi (V), 79′ Soffientini (V) ARBITRO: Sig. Cassarà di Cuneo ASSISTENTI: Sig.ri Barbero e Loprete di Asti Note: pomeriggio freddo con neve ai bordi, circa 60 spettatori. Ammoniti: Clerico (A), Zanimacchia e Soffientini (V). Recupero pt. 2′, st. 5′ ALBA – I giovani juniores nazionale dell’Albese calcio riprendono il campionato e lo fanno bene assicurandosi una vittoria più sofferta nel risultato che in campo. L’ultima partita del 2009 aveva lasciato l’amaro in bocca l’immeritata sconfitta di Savona e oggi il 3 a 2 conclusivo, contro un appena sufficiente Voghera, ha consegnato una squadra in salute e che potrà sicuramente fare bene in questa seconda parte di campionato. I ragazzi di mister Mascarello, e del fido secondo Crepaldi Danilo, riescono ad essere, a tratti, anche irresistibili con azioni veloci, avvolgenti e di ottima qualità per poi cadere nella trappola delle giocate sufficienti, l’abbassamento della tensione e quindi meno cattiveria agonistica fanno il resto, consegnando un finale anche tribolato che si poteva ampiamente risparmiare. Si poteva e si doveva evitare l’ultima fatica anche perché il Voghera di oggi è cresciuto nella misura in cui gli albesi hanno concesso la crescita nel momento in cui hanno cessato di offrire quel bel gioco e l’intensità della prima frazione. La partita in senso lato è sempre stata in pugno agli albesi, solo nel finale e sul 3 a 1 il rilassamento del risultato acquisito è parso troppo precoce ed un pareggio sarebbe stato sicuramente un risultato beffa. Sin dall’avvio i bianco azzurri sono apparsi tonici e vigorosi, un possesso e circolazione palla convincente. La strada agli albesi viene ulteriormente spianata dal vantaggio del 3′: gran punizione dal limite di Volume e palla che balla in fondo alla rete. Nonostante la rete gli albesi continuano sulla strada intrapresa ed il Voghera appare in difficoltà ad uscire se non con qualche sporadica ripartenza. Corre il 12′ e Gerlotto, su punizione, imbecca Volume largo che da sottomisura manca l’impatto con il cuoio! Gli ospiti controbattono con un’incursione di Triglione con la sfera che arriva a Paredes per la facile battuta ma mette a lato. L’azione del raddoppio albese è iniziata da Volume, bella la prova di oggi, che serve largo Gerlotto dove di prima intenzione trova il taglio di Cornero, stop in corsa e gran botta dal limite a scavalcare e cuoio che gonfia la rete. Tutto bello da vedere e 2 a 0. Qualche minuto dopo è ancora Cornero dal limite ad avere l’occasione giusta ma il tiro sorvola la traversa. La ripartenza consegna a Lombardi decentrato la ghiotta opportunità per accorciare che non si lascia sfuggire battendo Fenocchio in uscita sul palo lungo. Nella ripresa i langaroli provano subito un’ulteriore pressione e al 55′ Delpiano su punizione imbecca Busato E. ma arriva tardi di un soffio alla deviazione vincente. Il tris arriva al 60′: punizione di Volume con palla che viene in qualche modo messa fuori dalla difesa, Clerico trova lo spiraglio giusto e mette in moto ancora il bomber che in diagonale imbuca nell’angolino. 3 a 1 e tanta festa. Con il doppio vantaggio l’Albese tira i remi in barca, anche inconsapevolmente, il fatto resta e il Voghera cresce minacciosamente. Il buon Fenocchio si fa trovare pronto in ben tre occasioni: su tiro di Triglione e due volte su conclusioni di Paredes. Una situazione complicata interrotta da una punizione di Gerlotto con testata finale, alta di poco, di Clerico. La rete del 3 a 2 arriva al 74′ grazie ad una punizione a giro di Soffientini e complica chiaramente le ambizioni di vittoria dei langaroli. Complica ma non evita la giusta vittoria e sabato trasfertona in quel di Pisa. Piero Cornero