Notizie

JUNIORES NAZ: PISA – ALBESE 2 – 0

23 gennaio 2010 – 17.a giornataUN’ALBESE PENALIZZATA CAPITOLA A PISAPISA: Tozzi, Bartalini (37’st Guidi), Simili, Frediani, Nucci, Matteis, Pitti

23 gennaio 2010 – 17.a giornata UN’ALBESE PENALIZZATA CAPITOLA A PISA PISA: Tozzi, Bartalini (37’st Guidi), Simili, Frediani, Nucci, Matteis, Pitti, Tosetti, Cantone, Nieri (18’st Costa), Orsi (28’st D’Angelo) A disp.: Bertucci, Degl’innocenti, Caputo, Bini All.: Stafico ALBESE: Empolesi, Molinaro, Di Prima, Aimo (26’st Vernej), Chiarle, Valsania, Tranchero, Clerico, Cornero, Gerlotto (1’st Del Piano), Cuccu (13’st Biestro) A disp.: Fenocchio, Eusebio All.: Mascarello RETI: 15′ Frediani, 51′ Orsi ARBITRO: Tagliavini di Pisa ASSISTENTI: Licursi e Caterino di Livorno Note: Pomeriggio di sole ma venticello gelido, campo in discrete condizioni. Espulsi: 21’st Chiarle (A), 24’st Biestro (A) e Frediani (P) Ammoniti: Clerico, Chiarle (A). Recupero pt. 1′. st. 4′ PISA – L’Albese Juniores Nazionale torna dalla trasferta di Pisa con una sconfitta, in parte meritata ma dall’altra grazie anche ad una direzione di gara che ha lasciato tanto l’amaro in bocca. Gli azzurrini albesi sono arrivati alla partita con i toscani ottenendo ben due vittorie consecutive e la trasferta odierna era vista con un ottica assolutamente positiva. La nota negativa arrivava dall’infermeria dove molti ragazzi lamentavano malanni assortiti ed in particolare veniva letteralmente falcidiato tutto il reparto avanzato con Volume l’ultimo bomber ad alzare bandiera bianca. Quindi, per mister Mascarello, un vero rompicapo la formazione da opporre ai nerazzurri pisani ma comunque molto decisi a vendere cara la pelle. La partita in effetti è stata di un buon tono agonistico e tatticamente accorta da ambedue le formazioni, un tantino meglio i pisani in fase offensiva, più aggressivi e tonici a centrocampo gli albesi. Decisamente in giornata storta la direzione dell’arbitro Tagliavini della sezione di Pisa. Sin dalle prime battute l’incontro percorre uno standard di equilibrio in campo grazie ad impostazioni tattiche rigorose che contemplavano giocate speculari senza prestare i fianchi agli avversari. Al primo vero tiro in porta arriva anche il vantaggio: è il Pisa che ne approfitta al 15′ grazie ad una bomba su punizione da oltre 25 che si infila nel sette alla destra di Empolesi. Gli albesi, nonostante le grandi difficoltà offensive con un Cornero che si batte con volontà ma sempre troppo solo, provano una reazione che è tutta in un diagonale di Tranchero ribattuto in angolo. Prima del riposo i pisani hanno ancora un’opportunità e ancora su punizione deviata che lambisce la base del palo! Dopo il riordino delle idee i toscani sono subito aggressivi e già al 3′ Empolesi è bravo in uscita bassa su Cantone ma al 6′ deve capitolare per la seconda volta. Una difesa albese inguardabile lasciano prima Nieri alla battuta ravvicinata ma Empolesi è grandioso nella ribattuta, la sfera finisce a Orsi che solo e in giravolta mette sotto la traversa. I langaroli cercano, anche con ordine, una giocata che potrebbe riaprire il match contro un Pisa tutt’altro che irresistibile. La giocata arriva al 65′ quando Cornero imbuca solo Delpiano che si invola davanti al portiere, ampi gesti dell’assistente arbitrale di una posizione regolare ma arriva il fischio che interrompe l’azione. Proteste e vibranti arrabbiature che portano all’espulsione di Chiarle. Dopo questo episodio la partita diventa più nervosa, meno giocata con l’arbitro che non trova il calmante giusto se non fischiando con disordine e utilizzando,come calmiere, i cartellini rossi. In un momento di vera crisi l’arbitro pisano decreta un calcio di rigore per il Pisa che dire dubbio è fare un regalo all’inesperto direttore di gara. Il penalty viene splendidamente deviato lontano da un’acrobazia di Empolesi e si oppone quindi alla forte conclusione di Cantone. In 9 contro 10 i giovani albesi si battono con ardore fino in fondo e hanno anche la forza di provare ad impensierire la retroguardia toscana che in qualche modo riesce a portare in porto la vittoria. Mister Mascarello: “Abbiamo disputato una buona partita dove purtroppo ci hanno penalizzato troppo gli episodi. Bravi loro ad approfittare di un paio dio occasioni e per noi hanno decisamente pesato troppo alcune decisioni arbitrali avverse. Sabato prossimo proveremo a fermare la capoclassifica Virtus Entella.” Piero Cornero