Notizie

JUNIORES NAZIONALI: Lavagnese – ALBESE 3-3

08-12-2008 – posticipo 12.a GIORNATA – I biancoazzurri di Mascarello impongono il pari alla capolista, a segno Eusebio e Calvino (doppietta). LAVAGNESE: Rovetta, Solari, Bertollo, De Ferrari (40’st Liogi), Tommasi, El Ach’ Hab, Vezzosi (24’st Zuparic, Martini, Imbraguglia, Ilardo, Rabaglio (9’st Mehillaj). A disp: Traverso, Abedini, Ferri, Grilli. Allenatore: Roberto Cardinale. ALBESE: Empolesi, Bennari, Andaloro (29’st Topino), Verney, Chiarle, Bignante, Tosi, Drago, Calvino, E.Giorgi (24’st Pola), Eusebio (18’st Grazioso). A disp: Ghisolfi, Finocchiaro, Brazzò. Allenatore: Luca Mascarello. ARBITRO: Nicola Costa sezione di Chiavari. ASSISTENTI: Silvia Muzio e Emanuele Quercioli sezione di Chiavari. RETI: pt 3′ Eusebio (A), 9′ Calvino (A), 18′ De Ferrari (L), 23′ Tommasi (L), 26′ Martini (L), 42′ Calvino (A). ESPULSI: al 51’st Ilardo (L). LAVAGNA – Nel posticipo della 12ª di andata l’Albese di Mascarello è ospite della capolista Lavagnese, sul sintetico dello stadio “Riboli”, impianto davvero confortevole per il gioco del calcio. La giornata è primaverile ed il pubblico presente sulle tribune è piuttosto numeroso, sia di parte lavagnese che di sponda albese ed anche di “fede neutrale” con diretti interessati di altri club liguri, soprattutto della Virtus Entella seconda della classe. Al termine dei 90′ il risultato finale è di 3-3 con i padroni di casa che si mordono le mani per le tante occasioni fallite mentre i biancoazzurri di Mascarello, consapevoli di aver offerto una prova di carattere, registrano con soddisfazione che la “dea bendata”, più volte severa con i colori albesi quest’anno, in questa occasione ha voluto invece premiare la determinazione e l’impegno profusi nel match odierno da capitan Bignante e compagni. Mascarello schiera Empolesi tra i pali, linea difensiva Bennari-Verney-Bignante-Andaloro, centrocampo E.Giorgi-Drago-Chiarle-Tosi, attacco Calvino-Eusebio. Nel corso della gara Grazioso ha poi rilevato Eusebio, Pola è subentrato ad E.Giorgi ed infine Topino ha sostituito Andaloro. I sei goals arrivano tutti nel primo tempo. Ecco la descrizione. Minuto 3. Cross dalla sinistra di Bignante e colpo di testa di Eusebio: 0-1. Minuto 9. E.Giorgi imbecca Calvino il quale supera in velocità il diretto marcatore e segna in diagonale: 0-2. Minuto 18. Corner da sinistra, palla oltre il secondo palo, sponda aerea e tapin vincente di De Ferrari: 1-2. Minuto 23. Punizione dalla trequarti, inserimento centrale di Tommasi che indisturbato segna di testa: 2-2. Minuto 26. Sugli sviluppi di una rimessa laterale, mischia in area e zampata di Martini: 3-2. Minuto 42. Cross da destra e Calvino, a centro area, anticipa due difensori e di testa gira a fil di palo: 3-3. Sempre nella prima frazione, densa di emozioni, da segnalare una bella parata di Empolesi su colpo di testa ravvicinato di Ilardo (si era sull’1-2), un paio di pericolose incursioni diImbraguglia e Ilardo, risolte a fatica dalla retroguardia langarola (già sul 3-2, poteva essere il colpo del ko) ed un tiro ravvicinato di Eusebio, parato miracolosamente di piede dal portiere ligure, qualche minuto prima del 3-3 di Calvino. Se il primo tempo ha regalato azioni sull’uno e sull’altro fronte, la ripresa vede invece un parziale monologo della Lavagnese che, soprattutto nei primi 15′, costruisce una serie di clamorose occasioni da rete ma per ben due volte Empolesi si oppone alla grande e quando il portiere langarolo nulla potrebbe fare, ecco che la scelleratezza degli attaccanti locali, in altrettante circostanze, grazia la porta dell’Albese. Svanito il pericolo la squadra di Mascarello, verso la metà della ripresa, si rimette in carreggiata e, a tratti, risponde alle iniziative locali con puntate offensive pungenti che tuttavia mancano di incisività negli ultimi sedici metri. Dopo ben 7′ di recupero il direttore di gara decreta dunque la fine dell’incontro con i biancoazzurri che rientrano negli spogliatoi con la grande (e tutto sommato meritata) soddisfazione per aver diviso la posta in palio con la squadra prima in classifica, in virtù di una prestazione gagliarda e ricca di determinazione, condita da quel pizzico di fortuna che però stavolta avvalora il vecchio proverbio “AUDACES FORTUNA IUVAT”. L’Albese sale a quota 11 in classifica in attesa dell’ultima giornata di sabato 13 dicembre (ore 14,30 al Coppino contro il Savona) mentre la Lavagnese, che sabato riposerà, guarderà con grande interesse alla sfida Virtus Entella-Lucchese: la compagine di Chiavari, in caso di successo, potrebbe raggiungerla in vetta proprio al giro di boa.