Notizie

L’ALBESE DOMINA MA CON IL CORNELIANOROERO FINISCE 1-1

Sana rivalità ma grande rispetto reciproco. Questa la base di un derby fino a qualche anno fa non ipotizzabile se non a livello amichevole, con l’Albese a

Sana rivalità ma grande rispetto reciproco. Questa la base di un derby fino a qualche anno fa non ipotizzabile se non a livello amichevole, con l’Albese a galleggiare in Serie D e il Corneliano (all’alba del matrimonio con il Roero) a far la voce grossa in Promozione, e che invece oggi attira a Corneliano il pubblico delle grandi occasioni, pronto a supportare due squadre infarcite di ex (Anderson, Gallino, Piovano, oltre allo squalificato Garrone) alle prese con due condizioni fisiche e mentali diamentralmente opposte. Se i roerini paiono ritemprati dalla “cura Dessena” e oggi “vedono” la salvezza forti di due vittorie consecutive centrate con Olmo e Virtus Mondovì, l’Albese continua ad inseguire una vittoria che manca da dicembre ed è chiamata a riscattare la brutta sconfitta rimediata domenica con il Colline Alfieri. Purtroppo (per l’Albese), il copione è sempre lo stesso, quello che da mesi ne caratterizza le domeniche: gran gioco, tante occasioni ma anche tanti, troppi errori, per la gioia degli avversari che, alla peggio, riescono a strappare un buon punto. Anche oggi i biancoazzurri orfani di Giancarlo Rosso in panchina (l’allenatore è appiedato da un attacco di labirintite ed è sostituito dal preparatore atletico Fabio Panza) fanno la partita, creano molto, colpiscono due legni, ma non riescono ad andare oltre all’1 a 1 contro un CornelianoRoero mentalmente turbato dalla notizia della vigliacca aggressione subita la scorsa notte al presidente Daniele Sobrero (al “patron” roerino tutta la solidarietà e gli auguri di pronta guarigione dalla redazione di Ideaweb) ma quadrato in campo e cinico nello sfruttare l’unico regalo concesso dagli avversari nel primo tempo. Un primo tempo che vede una partenza arrembante da parte dei langaroli che già al 10′ vanno vicini alla rete con Sinato bravo ad incornare un perfetto cross di Gallesio, meno in fatto di mira ed infatti la sfera termina a lato di un niente. Al quarto d’ora è Poli a cercare la via della rete con una conclusione dal limite dell’area ma la palla si perde abbondantemente sul fondo. Al 23′, a sorpresa, a passare è però il CornelianoRoero anche se il gol è figlio di un colossale regalo della retroguardia albese, che pasticcia su un lancio dalla retrovie, Tarantini sbaglia l’uscita e per l’ex Piovano è un gioco da ragazzi depositare la palla nella porta sguarnita. La gioia per l’inaspettato vantaggio dura solo una manciata di secondi, perchè la reazione dell’Albese è veemente e porta all’immediato pareggio grazie a Sinato che rompe il lungo digiuno incornando nell’angolino un invitante cross di Poli. Con la parità nuovamente stabilita gli ospiti continuano a macinare gioco e a pungere seppur senza troppa convinzione, mentre i roerini si rivedono allo scadere con Fanigliulo che chiama con un velleitario rasoterra Tarantini alla parata a terra. La ripresa è un monologo albese e lo si capisce dopo appena un minuto quando Poli sbaglia malamente la conclusione da buona posizione andando però a servire involontariamente Sinato che, da due passi, colpisce a botta sicura ma la palla centra in pieno la traversa. Al 7′ è ancora l’ex centravanti del Chieri a chiamare Gallino alla deviazione in tuffo con una bella incornata sugli sviluppi di un calcio d’angolo, mentre sul corner susseguente è Cornero a mancare la deviazione da pochi passi consentendo alla difesa roerina di allontanare il pericolo. Albese ancora pericolosa al 14′ quando Sinato dalla sinistra serve Delpiano bene appostato a centro area, la cui conclusione trova però pronto Gallino. E l’estremo difensore roerino, lo scorso anno tra i pali proprio dell’Albese, si deve superare al 27′ quando sugli sviluppi di un corner tocca quanto basta la sfera su colpo di testa di Poli per mandarla a cozzare per la seconda volta contro la traversa. E’ un monologo langarolo, Poli ci prova dal limite trovando ancora una volta Gallino pronto, mentre Sinato con un velenoso tiro dal limite dell’area manca la porta di un nulla. Al triplice fischio finale un punto che lascia non pochi rimpianti ad una Albese tanto bella quanto poco concreta, ma che pesa moltissimo per un CornelianoRoero che, domenica dopo domenica, guarda alla salvezza con sempre più concretezza. CORNELIANOROERO: Gallino, Quattrocolo (12’st Di Prima), Terlizzi (47’st Pagliasso), Giordano, Anderson, Lombardo, Piovano, Dominin, Fanigliulo, Padovan, Morone. A disp. Cheinasso, Murè, Marone, Ursache, Valfré. All. Dessena ALBESE: Tarantini, Cornero, Bellan (37’st Grimaldi), Praino, Roveta, Gallesio, Poli, Boggione, Sinato Manuel, Colla, Delpiano (44’st Daziano). A disp. Grosso, Delvecchio, Magnone, Cocito, Carbone. Allenatore: Panza (Rosso indisponibile) RETI: 23’pt Piovano (C) – 25’pt Manuel Sinato (A) Arbitro: Lapertosa di Torino, assistenti Lercara di Collegno e Orlando di Torino