Notizie

MAL DI TRASFERTA PER L’ALBESE, PAROLA LA CASTIGA A FOSSANO

Rialza prepotentemente la testa il Fossano dopo quattro sconfitte consecutive, e lo fa nella gara più difficile, quella contro la capolista Albese che anche in

Rialza prepotentemente la testa il Fossano dopo quattro sconfitte consecutive, e lo fa nella gara più difficile, quella contro la capolista Albese che anche in questo derby cuneese dimostra di soffrire di un fastidioso mal da trasferta (solo quattro punti nelle gare esterne disputate). Le due squadre danno vita ad una partita brutta, avara di occasioni da rete, che si accende solamente nella ripresa dopo un primo tempo anemico, e a deciderla a proprio favore è forse la squadra con più fame, un Fossano non bello ma concreto, che dopo aver centrato il vantaggio dal dischetto ed essersi immediatamente trovato in inferiorità numerica per un ingenuo doppio giallo di Dalmasso, insieme a Rosano e Sese uno degli ex dell’incontro, riesce ad arginare le iniziative, costanti ma caotiche del langaroli, a difendersi bene e a portare a casa tre punti fondamentali grazie anche ad un paio di provvidenziali interventi del suo estremo difensore. Pesanti le assenze per questa gara tra le file dei locali, con Tortone, Curti e Giraudo ancora out per infortunio, mentre sul fronte Albese Rosso deve fare a meno solamente del capitano Roveta. La prima frazione di gioco è decisamente brutta, le squadre gettano in campo molto agonismo ma le occasioni da gol scarseggiano, tanto che bisogna attendere il 19′ per dar mano alla penna e annotare un bello spunto personale dell’ex Bra e Novese Pernice, che dal vertice sinistro dell’area lascia partire un gran tiro che Baudena alza sulla traversa con una mano. L’Albese dopo un tiro cross senza pretese di Poli messo in angolo con i pugni da Rosano, riequilibra il computo delle occasioni da rete al 26′ quando un preciso traversone di Cornero dalla destra trova Manuel Sinato ben appostato in area, precisa incornata dell’ex Chieri da pochi passi e riflesso felino di Rosano che si oppone alla grande. Il primo tempo è tutto qui, con uno scialbo 0 a 0 che ben fotografa quanto visto in campo. Di ben altro tenore la ripresa, complice l’immediato vantaggio fossanese che scombina le carte in campo. Dopo appena 5′ infatti Gallesio spintona ingenuamente Dalsoglio in area costringendo l’arbitro a fischiare la massima punizione. Dal dischetto si presenta Parola, Baudena tocca la sfera ma non trattiene e la palla si infila in rete. Sembra tutto semplice per i locali, invece dopo appena cinque minuti l’ex Dalmasso, già ammonito, ferma un pallone vagante a centrocampo con una mano: secondo giallo e doccia anticipata. Con un uomo in più l’Albese ci crede ma i suoi attacchi non sempre risultano efficaci. Al 14′ ci prova Berberi da buona posizione ma il suo colpo di testa termina alto. Quattro minuti più tardi Cornero conquista palla al vertice dell’area lasciando partire un tiro a giro che non trova la porta. Ancora Berberi al 24′ fa tutto da solo cercando la gloria dalla lunga distanza, ma la sua conclusione si perde sul fondo. Trova invece la porta il giovane Bellan al 26′ con un bel rasoterra da fuori area, ma Rosano è attento e devia in angolo. Sono innocue frecciatine, mentre le occasioni clamorose sul fronte albese capitano in rapida successione al 40′ quando Manuel Sinato, lanciato dalle retrovie, viene a trovarsi a tu per tu con Rosano ma, inspiegabilmente, invece di battere a rete serve malamente indietro l’accorrente Berberi facendo sfumare una chiara occasione da gol. Un minuto più tardi, invece, lo stesso Sinato incorna di prepotenza da due passi ma questa volta è strepitosa la risposta di Rosano che vola a deviare in corner. E’ questa l’ultima occasione di una gara brutta, che in un solo colpo rilancia le ambizioni del Fossano e fa nascere qualche punto interrogativo in più in casa Albese nella corsa alla promozione. FOSSANO: Rosano, Sampò, Pernice, Bonelli, Delsoglio, Douza, Sese (29’st Degano), Parola, Dalmasso, Ballario (41’st D’Angelo), Brizio. A disp. Dia, Brondino, Ferracin, Testa, Riorda. All. Gianoglio ALBESE: Baudena, Gambino, Sinato Mat, Gallesio, Praino, Bellan (29’st Daziano), Cornero, Magnone, Sinato Man, Berberi, Poli (10’st Delpiano). A disp. Tarantini, Colla, Galvagno, Politanò, Granieri. All. Rosso Arbitro: Collu di Cagliari RETE: 6’st Parola rig. (F)