Notizie

MARIJANOVIC E MODINI FANNO VOLARE L’ALBESE CON IL SESTRI

Aveva chiesto quattro punti dalle due trasferte liguri, il mister Giancarlo Rosso, ma soprattutto aveva chiesto una continuità di risultati dopo le montagne rus

Aveva chiesto quattro punti dalle due trasferte liguri, il mister Giancarlo Rosso, ma soprattutto aveva chiesto una continuità di risultati dopo le montagne russe del girone di ritorno, ed i suoi ragazzi lo hanno accontentato a pieno, portando addirittura a casa sei punti pesantissimi che consentono all’Albese di guardare alla salvezza diretta con maggiore fiducia. Dopo aver “vendicato” sette giorni fa la pesante sconfitta rimediata con il RapalloBogliasco all’andata, i biancoazzurri si ripetono anche con il Sestri Levante, travolgendolo per 3-0, rispedendo al mittente il 4-1 subito a San Cassiano. Una nuova prova di forza, quella dei langaroli, bravi nel primo tempo a reggere davanti ai pur caotici attacchi liguri e a pungere in contropiede tenendo sempre in mano le redini dell’incontro, per poi dilagare nella ripresa quando i locali scompaiono dal campo e a salire in cattedra ancora una volta è Marijanovic, autore di una doppietta di ottima fattura che chiude virtualmente l’incontro, dopo la rete del vantaggio del giovane Modini, al primo centro in Serie D. Dopo un avvio di casa frizzante da parte dei cuneesi, il Sestri Levante nel giro di pochi minuti arriva a rendersi pericoloso per due volte dalle parti di Baudena, prima grazie ad un rinvio errato di Roveta che per poco non inganna il suo portiere, quindi con Anzalone che, sugli sviluppi di una punizione dalla tre quarti, colpisce di prima intenzione dal cuore dell’area mandando però la palla alta sopra la traversa. L’Albese non sta certo a guardare e al 13′ è Poli a cercare la via della rete da posizione defilata senza trovare la porta, mentre al 20′ Modini cerca di sorprendere Bartoletti dalla lunga distanza ma il portiere ligure fa buona guardia e blocca a terra. E’ un buon momento per i langaroli che continuano a premere e al 22′ sciupano con Poli una ghiotta occasione, con il giovane centrocampista che da ottima posizione su corner di Incontri colpisce debolmente di testa mandando la palla fuori di poco. La reazione dei liguri è tutta in una conclusione al volo di Balestrero fuori misura, e in un tiro svirgolato da buona posizione di Appelt Pires. Di tutt’altra pasta la ripresa. L’Albese, caricata dai risultati che giungevano dagli altri campi, aggredisce subito gli avversari e prima Garrone da fuori area impegna Bartoletti nella presa a terra, quindi Modini si divora il pallone del vantaggio, sparando alle stelle a tu per tu con il portiere una preziosa torre di Marijanovic. Il gol mancato potrebbe costare molto caro ai langaroli, perchè al 15′ il temuto Lazzaro dal limite dell’area batte bene in porta, trovando però la provvidenziale deviazione di un difensore che manda la palla di un niente in angolo. Il pericolo scampato fa premere nuovamente il piede sull’acceleratore ai ragazzi di Rosso, che al 22′ passano meritatamente: Marijanovic serve sulla destra Garrone che, scattato sul filo del fuorigioco, batte a rete trovando l’opposizione di Bartoletti, la cui deviazione giunge però a Modini che, indisturbato, deposita di testa in rete facendosi così perdonare l’errore di pochi minuti prima. Al 31′ c’è gloria anche per Baudena, ottimo nell’opporsi in uscita su Lazzaro, e così al 31′ l’Albese può chiudere il discorso tre punti: azione travolgente del solito Marijanovic che riceve palla al limite dell’area, salta con un elegante slalom tre avversari e tutto solo trafigge Bartoletti con un diagonale a mezza altezza. Il Sestri, aspramente contestato con la sua dirigenza dal caldo pubblico presente, scompare dal campo e in pieno recupero ancora Marijanovic sfruttando un lancio dalle retrovie è più lesto di tutti a metterci la zampa beffando il portiere in uscita e a depositare in rete la sua quattordicesima rete in biancoazzurro. Una vittoria pesante per l’Albese, che stacca una diretta concorrente alla salvezza, tiene a distanza il Derthona e avvicina il trio Novese, Asti e Vallèe d’Aoste, tutte racchiuse in soli due miseri punti. E domenica, in caso di risultato positivo proprio con i valdostani, la concreta possibilità di guardare la classifica, per la prima volta in questa stagione, con occhi differenti, e pronunciare così la parola “salvezza” senza troppe paure. SESTRI LEVANTE: Bartoletti, Coghe, Giambarresi, Jonjok, Anzalone, Sireno, D’Ambrosio (40’st Bottino), Ghigliazza, Lazzaro, Appelt Pires (40’st Bertoncini), Balestrero. A disp. Secondelli, Angella, Spintone, Bertagna, Di Giglia, Lari. All. Fossati ALBESE: Baudena, Picone, Nebbia, Anderson, Roveta, Incontri, Poli, Gallesio (30’st Berardo), Marijanovic, Garrone, Modini (37’st Fiandaca). A disp. Tarantini, Boggione, Sese, Cornero, Delpiano, Credendino. All. Rosso Arbitro: Oggioni di Monza RETI: 22’st Modini, 35’st, 46’st Marijanovic NOTE: Spettatori 300 circa. Ammoniti Sireno (S), Garrone, Picone, Marijanovic (A)

Foto Silvia Muratore (La Stampa)