Notizie

PER L’ALBESE UN BUON PUNTO AD IMPERIA

PRO IMPERIA – ALBESE 1-1PRO IMPERIA: Luciani Vago , Laera , Cosentini , Gagiolo Ubaldi (47′ st Feliciello ng), Virga , Cadenazzi , Jaouhari (43&acute

PRO IMPERIA – ALBESE 1-1 PRO IMPERIA: Luciani Vago , Laera , Cosentini , Gagiolo Ubaldi (47′ st Feliciello ng), Virga , Cadenazzi , Jaouhari (43′ st Scaburri) Castagna (32′ st Bosio ), Cafournelle . All. Riolfo . ALBESE (4-4-2): Baudena Cora (35′ st Beltrame ), Cocito , Staffolarini , Nebbia Fici , Niada, Gallesio , Mauri (27′ st Cagnasso ) Zenga (32′ st Minniti ), Perrone. All. Rosso . ARBITRO: Marchi di Bologna RETI: pt 13′ Perrone, 48′ Cosentini. IMPERIA – Non era semplice rialzarsi dopo la batosta rimediata nell’ultima giornata con la Novese, l’Albese ci è riuscita parzialmente strappando un prezioso punto sul difficile campo della Pro Imperia nell’anticipo di sabato. Un pareggio nato al termine di una gara che ha visto i bianco azzurri langaroli esprimersi su buoni livelli per tutto il primo tempo, per poi faticare maggiormente nella ripresa complice l’arrembante prestazione dei liguri e il contraccolpo psicologico di un pareggio giunto in un recupero di primo tempo parso ai più eccessivo. È un’Albese che, contro la Pro Imperia, presenta dal primo minuto nel cuore del centrocampo l’esperto Daniele Niada, giunto in settimana dal Chieri per dare sostanza ad un reparto spesso in affanno, ma deve fare a meno dello squalificato Sacco e degli infortunati Cornero e Cuttini, quest’ultimo fermato per almeno due mesi da un brutto strappo muscolare. L’avvio di gara è positivo per i ragazzi di Rosso che già al 6′ sfiorano la rete con Zenga servito involontariamente da Ubaldi ma la conclusione dell’attaccante è respinta prontamente da Luciani. All’11’ la difesa albese respinge corto su un cross di Cafournelle, la palla giunge a Gagliolo che conclude centrale e Baudena blocca. Al 13′ la rete ospite: Perrone si invola sulla fascia sinistra, entra in area, anticipa il difensore ed il portiere in uscita e mette la palla in fondo al sacco. Con il vantaggio acquisito l’Albese controlla bene il gioco, Niada giostra bene a centrocampo mentre la retroguardia piemontese controlla senza affanni l’offensiva locale limitando al massimo Castagna e Cafournelle, ma la beffa è sempre dietro all’angolo e puntuale si materializza nel terzo dei 4 minuti di recupero concessi dall’arbitro, per mano di Cosentini che direttamente su calcio di punizione ristabilisce la parità. Nella ripresa la Pro Imperia guadagna terreno mentre l’Albese difende con ordine: al 13′ Jaouhari ci prova dal limite ma la palla termina alta di poco. Al 34′ è ancora l’attaccante ligure a cercare la via della rete ma la sua conclusione viene deviata con un braccio da un difensore ospite: gli imperiesi reclamano il calcio di rigore ma l’arbitro opta per l’involontarietà e lascia correre. In questa frazione dell’incontro la compagine di casa pare più decisa e determinata a portare a casa l’intera posta in palio anche se non crea mai reali pericoli dalle parti di Baudena. Costantini ci prova ancora su punizione ma non trova nessuno alla deviazione vincente, mentre Cafournelle con una bella incursione dalla sinistra costringe la difesa langarola ad un’affannosa respinta in angolo. Il triplice fischio finale regala all’Albese un meritato pareggio, legittimato da un primo tempo autoritario che ben sperare fa per il futuro. Un futuro immediato visto che mercoledì si torna in campo nel turno infrasettimanale con gli albesi che, privi dello squalificato Zenga, ospiteranno a San Cassiano un Villalvernia lanciatissimo dopo la vittoria a sorpresa contro il Chieri, un match delicatissimo che i ragazzi di Rosso non possono però permettersi di fallire. DAGLI SPOGLIATOI: È un Giancarlo Rosso moderatamente soddisfatto quello che si affaccia sulla porta degli spogliatoi del “N.Ciccione” di Imperia al termine della gara con la Pro “Oggi era importante dimostrare di aver voltato pagina dopo la goleada di domenica con la Novese – afferma il mister – e la squadra ci è riuscita con autorevolezza. Ha reagito con carattere, ha disputato un ottimo primo tempo e alla fine ha strappato un punto su un campo difficile. Nella ripresa siamo un po’ calati ma gli avversari non ci hanno mai realmente impensierito tanto che Baudena non ha mai dovuto effettuare interventi degni di nota. Rimane il rammarico per quella rete subita nel recupero e per non essere riusciti a chiudere la gara nel primo tempo quando avevamo in mano il pallino del gioco”. Poi l’immancabile sassolino nella scarpa da togliere al più presto “In tanti anni che alleno penso di non aver mai visto concedere 4 minuti di recupero al termine del primo tempo, un recupero tra l’altro immotivato. L’arbitro ha voluto segnare così la partita, si è inventato la punizione dalla quale è nato il pari e la frittata è stata fatta, quest’anno gira così, ma questo non cancella quanto di buono espresso oggi dall’Albese”. Quindi una considerazione sul nuovo acquisto Daniele Niada, all’esordio con la maglia bianco azzurra “Niada ha fatto molto bene per settanta minuti – spiega Rosso – poi è un po’ calato perchè ha pagato l’inattività. È comunque un giocatore importante che può darci moltissimo e sono sicuro che già da domenica quando rientrerà Sacco dalla squalifica, il centrocampo dell’Albese possa compiere un ulteriore salto di qualità”. Intanto mercoledì c’è il turno infrasettimanale con un Villalvernia reduce dal colpaccio con il Chieri “Dobbiamo iniziare a puntare anche noi a qualche colpaccio – conclude Rosso – abbiamo recuperato dal punto di vista psicologico, ora dobbiamo puntare a qualche vittoria. Mancano 15 gare al termine, tantissime. La classifica ora non dobbiamo guardarla, dobbiamo pensare di fare bene e puntare a quella vittoria che possa dare una svolta alla nostra stagione”.