Notizie

Secondo KO per l’Albese, l’Asti si impone di misura

ALBESE: Gallino, Gambino (16’st Modini), Nebbia, Maglie, Roveta, Antonelli (39’st Romei), Cornero, Bosco, Sese, Garrone, Pesce (12’st De Pauli

ALBESE: Gallino, Gambino (16’st Modini), Nebbia, Maglie, Roveta, Antonelli (39’st Romei), Cornero, Bosco, Sese, Garrone, Pesce (12’st De Paulis). All. Rosso ASTI: Corradino, Saraga, Rossi, Genocchio, Ciolli, Mariani, Drago, Pirrotta (47’st Gerbaudo), Lo Bosco (43’st Lewandowski), Rolando, Amedeo (20’st Bellitta). All. Ascoli Arbitro: Pedretti di Lovere RETI: 12’st Pirrotta NOTE: Spettatori 300 circa. Ammoniti Maglie, Antonelli, Bosco, Pesce (Al), Pirrotta (As) ALBA – Seconda battuta d’arresto per l’Albese che, dopo l’immeritata sconfitta di domenica a Vado, cade anche in casa con l’Asti. Una gara dai due volti, con gli ospiti che, nel primo tempo, fanno la partita esponendosi al contropiede dei ragazzi di Rosso mentre nel secondo tempo, quando i padroni di casa parevano avere in mano le redini della gara, su un velenoso schema da punizione Pirrotta pesca il jolly portando in avanti i galletti. La rete stordisce l’Albese che vacilla in più occasioni e solo nella parte finale della gara riesce a trovare le forze per reagire, senza però risultati importanti. Neppure il tempo di mettere la palla al centro e l’Asti si fa pericolosa Lo Bosco che tenta di sorprendere Gallino ma il portiere albese fa buona guardia e sventa la minaccia. Al quarto d’ora ancora pericolosa la punta astigiana che prima costringe Gallino alla corta respinta, quindi sulla ribattuta colpisce a porta vuota ma sulla linea si immola Roveta che allontana. L’Albese non ci sta e sul capovolgimento di fronte un ispirato Cornero lascia partire un bel tiro/cross che attraversa tutta l’area senza però trovare un compagno pronto alla deviazione. I padroni di casa acquistano fiducia e alzano il baricentro, sfiorando il colpaccio al 24′ quando ancora Cornero pennella una palla invitante per Garrone, torre del capitano e colpo di testa debole del giovane Pesce che termina tra le braccia di Corradino. Alla mezz’ora è ancora l’Asti a farsi vedere dalle parti i Gallino con Drago che lascia partire un insidioso traversone che attraversa tutto lo specchio della porta non trovando di un soffio la deviazione di Amedeo. Sulla ripartenza caparbia azione di Cornero che vince due rimpalli e si porta per due volte alla conclusione ma la difesa astigiana rimpalla le iniziative locali. Allo scadere brivido per i tifosi albesi con Rossi che, da fuori area, lascia partire un gran diagonale rasoterra che sfiora il palo e si spegne sul fondo. L’inizio ripresa è di chiara marca albese: Sese al 6′ dal cuore dell’area lascia partire un bel tiro fuori misura, mentre al 9′ Pesce non trova lo spiraglio giusto per battere a rete. Al 12′, quasi a sorpresa, la rete dell’Asti: schema su punizione dei galletti che sorprendono la retroguardia albese e portano al tiro da centro area Pirrotta, diagonale fulminante e ospiti in vantaggio. La risposta dei ragazzi di Rosso non si fa attendere e al 16′ Antonelli su calcio di punizione impegna Corradino in due tempi, così come Nebbia la cui conclusione viene bloccata sulla linea dal portiere ospite. Quindi due clamorose occasioni in rapida successione per l’Asti: al 26′ Pirrotta da fuori area lascia partire un gran tiro deviato sul palo da Gallino. Sul susseguente corner a cercare la via della rete è Lo Bosco la cui conclusione centra in pieno il palo interno. Al 32′ è ancora l’Asti a sfiorare la rete con Rolando che, servito in profondità, batte di prima intenzione mandando la palla sull’esterno della rete e dando l’illusione del gol. L’ultimo sussulto lo provoca il neo entrato Lewandowski la cui punizione dal limite viene ben controllata in tuffo da Gallino.

Christian Nebbia