Notizie

SERIE D: ALBESE – ACQUI 4 – 1

21 marzo 2010 – 27.a giornataSECONDA VITTORIA IN 5 GIORNI!!!ALBESE: Salvalaggio, Cuttini, Nebbia, Magie, Staffolarini, Cretazzo (11’st Merialdo), Zazza, O

21 marzo 2010 – 27.a giornata UN NIETO STREPITOSO ANNIENTA I TEMIBILI TERMALI. Il bomber Nieto con la tripletta di oggi raggiunge quota 14 reti nella classifica cannonieri!!! ALBESE: Salvalaggio, Cuttini, Nebbia, Magie, Staffolarini, Cretazzo (11’st Merialdo), Zazza, Odino, Nieto (42’st Busato J.), Garrone, Fassina (31’st Gerardi) A disp.: Dutto, Molinaro, Bettini, Busato E. All.: Rosso ACQUI: Teti, Lauro, Morabito, Manasiev, Cesari (13’st Manno), Roveta, Tarsimuri (13’st Costa), Troiano (33’st Cervetto), Nohman, Ilardo, Celeste A disp.: Basso, Bobbio, Pietrosanti, Anania All.: Benzi RETI: 25′ Manasiev (Ac), 39′ 46′ 68′ Nieto (A), 91′ Gerardi (A) ARBITRO: Sig. Rugini di Siena ASSISTENTI: Sig.ri Spinetta e Rossi di La Spezia Note: Pomeriggio nuvoloso con buona temperatura, campo in ottime condizioni e circa 500 spettatori presenti. Ammoniti: Staffolarini, Cretazzo, Zazza e Fassina (A) Lauro e Cervetto (Ac). Recupero pt. 0′, st.4′. ALBA – Dopo la sconfitta con il Vigevano di domenica scorsa l’Albese nostrana, a distanza di pochi giorni, regola due squadre che proprio squadre materasso non sono: il Casale e l’Acqui. Dopo la sconfitta di Vigevano i biancoazzurri si sono rimboccati le maniche e hanno rifilato sette reti subendone una contro formazioni di assoluto valore. Sono due vittorie molto importanti per questo finale di stagione che lanciano in modo determinante i langaroli, dopo aver messo al sicuro il discorso retrocessione, verso l’ambito posto play off. La partita contro i termali è tradizionalmente ostica, anche solo per un aspetto puramente psicologico è una squadra che l’Albese soffre e il primo tempo ha confermato questa constatazione, nella ripresa le cose sono letteralmente cambiate ma grazie anche ad un Nieto straordinario. Quando le squadre cominciano a darsi battaglia sul campo sono proprio gli acquesi ad essere più intraprendenti con velocità e voglia superiore, mentre gli albesi paiono leggermente in difficoltà e più attendistici. Nei primi minuti l’attaccante Nohman si presenta con due insidiose conclusioni delle quali sulla seconda Salvalaggio compie una bella deviazione bassa mentre al 12′ una testata, dal dischetto del rigore, di Ilardo la sfera si perde d’un soffio sul fondo. L’Albese prova ad alzare il baricentro ma è lenta e svogliata, solo qualche lancio lungo per l’ariete Nieto o poco più mentre i termali continuano a tessere la loro tela fatta di velocità, aggressività e palla bassa cercando con insistenza il punto del vantaggio. Punto che arriva al 25′ grazie a Manasiev che si inventa una gran botta da oltre i 16 metri con la palla che sibila radente e si infila angolato. Vantaggio anche meritato. Lo stesso Manasiev ci riprova da li a poco e sempre dalla lunga distanza ma questa volta è molto meno fortunato e la traiettoria, seppur di poco, consegna la sfera ai raccattapalle. Corre il 38′ e dall’angolo batte Celeste basso e forte, spizzica Nohman e manda il cuoio sulla testa di Cuttini che cerca l’angolo e lo trova ma facendo “la barba” alla propria traversa. Sorpirone e occhi che strabuzzano. L’Albese da ora in poi pare scuotersi e alla prima vera occasione trova il pari: Zazza lancia al bacio e smarca sul taglio Nieto che incomincia il suo personale show infilando in uscita Teti. 1 a 1 e palla al centro. Prima del riposo c’è Odino che pesca su angolo Maglie appostato sul secondo palo che alza giusto sopra la porta un servizio delizioso. Il thè caldo rigenera l’Albese e calma l’Acqui. Subito al 46′ l’ennesimo bel centro di Odino da angolo trova Staffolarini pronto al ponte aereo e Nieto è un falco sottomisura ad insaccare in mischia il vantaggio. L’ariete azzurro spara ancora dal limite ma l’Acqui risponde con una forte botta centrale di Nohman. Il triplo punto è ancora opera di special-Nieto, 14° centro stagionale, che di testa corregge una palla con il contagiri confezionata da Odino manco a dirlo da calcio d’angolo. L’Acqui reagisce furente, carica a testa bassa e in un minuto trova prima Troiano su punizione ma super è Salvalaggio alla deviazione volante, subito dopo Manasiev a botta sicura sottomisura ma Staffolarini si immola e ribatte lontano! I cambi consegnano Cervetto che ci prova dal limite, forte bordata che si stampa sulla traversa e a tempo scaduto, azione di rimessa in velocità che inizia da Zazza che consegna rapido a Garrone, centro basso per Gerardi pronto alla battuta che infila Teti sul secondo palo il definitivo poker conclusivo. La partita si chiude con questa bella e lineare azione albese che consegna una vittoria sottolineata da un grande applauso del pubblico in tribuna. Sabato prossimo 27 Marzo l’Albese riceverà all’Augusto Manzo di S. Cassiano il Borgorosso Arenzano. LE INTERVISTE DEL DOPOPARTITA: Mister Benzi (Acqui): “Secondo me è un risultato che non rispecchia l’andamento della partita, poi accettiamo il verdetto ci mancherebbe. Adesso ci mancano pochi punti per mantenere la categoria e li cercheremo sin da domenica prossima contro la Sarzanese.” Il Presidente Rava: “Sono assolutamente felice per questo risultato, è un classico: noi con le squadre forti troviamo le motivazioni e sforniamo un certo tipo di prestazione. Oggi solo nel secondo tempo siamo stati noi stessi, nella prima frazione l’Acqui ci ha messi sotto, comunque poi ci siamo ripresi alla grande. Nieto è tutto quello che noi abbiamo pensato di lui l’estate scorsa, un giocatore di categoria superiore, un giocatore che però deve avere la fortuna di trovare una società come la nostra che gli dia la possibilità di fare bene senza pressione. All’inizio del campionato non era ben messo con la forma però noi lo abbiamo aspettato perchè credevamo e crediamo sulle sue indubbie qualità e ci sta ripagando. Adesso abbiamo 9 punti sulla sesta classificata e quindi i play off sono una realtà, se non siamo asini a gettare via tutto scriteriatamente.” Mister Rosso: “Bisogna dire che oggi abbiamo vinto una partita difficilissima contro un avversario che sapevamo ci avrebbe messo in grossa difficoltà infatti arrivava da oltre 9 turni positivi e quindi è tutto detto. Siamo stati bravi a gestire lo svantaggio e portarlo in pareggio quasi subito poi nella ripresa abbiamo fatto veramente bene. Il risultato per quello che si è visto in campo onestamente è un punteggio esagerato ma questo non toglie che l’Albese abbia vinto meritatamente l’incontro ma l’Acqui, bisogna sottolinearlo, ha disputato un’ottima partita. Sul nostro bomber mi sento di poter dire che oggi ha fatto veramente vedere quali sono le sue potenzialità, insomma non si esordisce in serie B se non si hanno i requisiti giusti. Oggi abbiamo incontrato una bella squadra che ci ha creato seri grattacapi, noi in questo momento non siamo brillantissimi quindi le nostre gare hanno ultimamente partenze più a rilento, non possiamo essere aggressivi sin da subito, non possiamo mettere il naso nelle aree avversarie quando la condizione non è al massimo, poi gradualmente però ne veniamo fuori molto bene.” Piero Cornero