Notizie

UN BUON PAREGGIO CONTRO L’AQUANERA

A Novi Ligure il tecnico Rosso cercava la continuità dei risultati positivi, è arrivato un punto che avvicina ulteriormente la Novese e mantiene i

A Novi Ligure il tecnico Rosso cercava la continuità dei risultati positivi, è arrivato un punto che avvicina ulteriormente la Novese e mantiene inalterati gli altri svantaggi. Una traversa per parte. AQUANERA – ALBESE: 0 – 0 AQUANERA: Teti, Mazzucco, Cesana (1’st Simon), Taverna (32’st Mair), Botturi, Camussi, Rolando, Rondinelli, Cardini, Mossetti, Ilardo (37’st Busseti) A disp.: Pavone, Mazzaro, Ustulin, Giacobbe All.: Viassi ALBESE: Russo, Nicolini, Del Buono, Nebbia, Patrini, Antonelli, Sacco, Odino, Santoro (40’st Ligotti), Cusano (48’st De Rosa), Chiatellino (22’st Cagnasso) A disp.: Gilli, Valefuoco, Cora, Cornero All.: Rosso ARBITRO: Sig. Lazzeri di Arezzo ASSISTENTI: Sig. Coppola di Pinerolo e Sig. Borzomì di Torino Note: pomeriggio nuvoloso, temperatura fredda, campo molliccio e scivoloso con circa 150 spettatori. Ammoniti: Rondinelli e Mossetti (Ac) Russo e Del Buono (A). Recupero pt. 1′. st. 4′. NOVI LIGURE: Il tecnico Giancarlo Rosso in settimana auspicava di tornare a casa da Novi Ligure con almeno un punto in saccoccia, sarebbe stato un buon risultato e serviva a dare continuità di risultati in questa stagione che ha visto tante sconfitte, a volte anche immeritate. Ebbene questo risultato si è avverato, alla fine un buon punto ottenuto con la giusta accortezza e, a tratti in particolare nella prima frazione, non disdegnando di inseguire qualcosa di più pesante. La squadra oggi è sempre rimasta attenta e collegata, attaccato con simbiosi di intenti e difeso con caparbietà e rabbia. L’Aquanera, nella prima frazione, è rimasta sorpresa dagli albesi e non riusciva ad alzarsi con disivoltura mentre nella ripresa ha premuto sull’acceleratore con più convizione ma mai procurando danni irreparabili, quindi un pareggio sacrosanto per entrambe le formazioni. Sul campo, che è della Novese, l’avvio è sostanzialmente equilibrato, arriva al tiro ribattuto (4′) Rolando mentre su una ripartenza Cusano è abile a destreggiarsi e si invola sull’out, segue al centro Nicolini viene imbeccato con il contagiri proprio da Cusano, in area e solo colpisce con una capocciata dove la sfera si infrange sull’incrocio dei pali!! Si impreca in campo, in panchina e in tribuna. Dopo questi fatti l’incontro si accheta e viene combattuto maggiormente a centrocampo con le formazioni che si equivalgono. A cavallo del 30′ un fatto importante: lancio filtrante e si invola solissimo Cardini leggermente decentrato, Russo esce alla disperata e, fuori area, abbatte la punta alessandrina con conseguente punizione e “solo” giallo per il nostro portiere. Sospiro di sollievo. La punizione conseguente di Mossetti passa di un soffio sopra la traversa! Pochi minuti dopo Rolando, sul tentativo di crossare, la palla inganna Russo e lo supera però colpisce di striscio la traversa! Altro sospirone. L’Albese quando può punge come al 38′: in avanti con Antonelli, triangolazione con Santoro che mette in moto l’inserimento di Cusano che si trova solo davanti a Teti in disperata uscita, la conclusione affrettata finisce sul fondo! Stavolta il sospiro è degli alessandrini. Nella ripresa l’Aquanera ci mette più pressione, attacca a pieno organico, carica a testa bassa e al 48′ Mossetti dal limite ci prova ma Russo compie un prodigio volando sul palo lungo e deviando in corner. Da questo episodio si intravede un tempo molto molto sofferente. Niente di questo, l’Aquanera avanza minacciosa ma l’Albese non perde mai la testa e le distanze, si chiude a riccio e quando può cerca di farsi un giro dalle parti di Teti, più per necessità di rifiatare che con ferma intenzione, però il momento dice che è molto meglio non subire stupide realizzazioni. Questa breve premessa per dire che nei secondi 45′ il notes è privo di vere occasioni da rete su ambedue i fronti, fermo restando che gli alessandrini ci hanno provato di continuo ma sono stati estremamente bravi gli albesi a disinnescare sul nascere ogni velleità. Al termine un punto accolto con soddisfazione da tutti, soprattutto in casa albese dove vede crescere l’autostima, comunque un pareggio in casa della quarta in classifica non è mai da buttare, e nella classifica si intravede un futuro più roseo. Tra quindici giorni ci renderà visita la corazzata St. Christophe e sarà un bel match. Un messaggio per tutti: guai a mollare proprio adesso!!! Piero Cornero