Notizie

UNA BELLA ALBESE CADE A PINEROLO E SALUTA LA VETTA

L’Albese ritorna da Pinerolo sconfitta per 2 a 1 nella sfida al vertice.I nostri partono bene e dopo pochi minuti il bomber Sinato finalizza di testa un b

E’ strano il calcio. Proprio in occasione della miglior prestazione esterna dell’Albese in un campionato di Eccellenza sempre più incerto ed appassionante, sul difficile campo del Pinerolo diretta concorrente alla promozione, giunge la terza sconfitta stagionale per gli uomini di Rosso, che vedono così interrompersi la serie di tre vittorie consecutive e devono salutare, seppur per un solo punto, il primato conquistato sette giorni fa. E dire che sotto la pioggia battente del “Barbieri” i langaroli partono bene, trovano un fulmineo vantaggio, sfiorano il raddoppio ma si trovano a pagare carissime due incertezze difensive che consentono ai pinerolesi di ribaltare il risultato, e un’insolita anemia sottoporta che impedisce, nonosstante una costante pressione nella ripresa, di agguantare un meritato pareggio. L’incontro si mette subito bene per l’Albese che dopo appena 8′ trova il vantaggio con il solito Sinato, alla decima segnatura stagionale, che su un bel traversone dalla destra di Granieri trova il tempo giusto per incornare a rete . La paura di una nuova goleada come quella subita domenica scorsa a Narzole fa alzare il baricentro del Pinerolo che, 10′ più tardi, trova il pareggio sugli sviluppi di un calcio di punizione Sardo viene messo nelle condizioni di battere a rete da pochi passi trafiggendo imparabilmente Tarantini. L’Albese tenta di imbastire un’immediata reazione ma la pioggia battente non agevola lo sviluppo del gioco dei langaroli, ed ecco quindi, puntuale, la beffa al 39′ con il bomber Piroli che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, si coordina benissimo all’altezza del dischetto e con un preciso tiro al volo trova lo spiraglio giusto tra una selva di gambe per raddoppiare. E ancora la punta pinerolese sul finire della prima frazione di gioco potrebbe siglare la personale doppietta con una bella semi rovesciata ma questa volta Tarantini è bravissimo a respingere d’istinto. Nella ripresa di assiste ad un monologo, seppur infruttuoso, dell’Albese. I ragazzi di Rosso si riversano in attacco alla ricerca del pareggio ma gli uomini di Nisticò fanno buona guardia respingendo puntualmente gli attacchi dei biancoazzurri. Berberi e Sinato si confermano un’autentica spina nel fianco per la retroguardia pinerolese ma per sua fortuna la mira è spesso imprecisa. Come non è fortunato l’ex attaccante dell’Asti quando allo scadere su invito di Roveta, da pochi passi dallo specchio della porta incorna fuori misura. Deluso, a fine partita, l’allenatore langarolo Giancarlo Rosso “E’ una sconfitta immeritata alla luce da quanto si è visto in campo, giunta ironia della sorte nella nostra miglior partita di questo campionato. Abbiamo trovato subito la rete con Sinato e abbiamo costruito altre occasioni per raddoppiare. Al Pinerolo va il merito di aver ribaltato il risultato sfruttando al massimo due nostri errori su altrettante palle inattive Nella ripresa abbiamo giocato ad una porta sola ma non siamo riusciti a trovare il pareggio. Posso comunque dirmi soddisfatto della prova dei miei ragazzi, avessimo sempre giocato con questa intensità probabilmente avremmo qualche punto in più. A parte le due disattenzioni che ci sono costate le due reti, abbiamo giocato da grande squadra e la cosa è confortante” RETI: 8′ Sinato Manuel (A), 18′ Sardo (P), 38′ Piroli (P) PINEROLO: Zaccone, Drago, Ahmed, Grillo, Cellamaro, Saadi (25′ st Dedominici), Rignanese, Noia, Piroli, Sardo (42′ st Modini), Cravetto (10′ st Saccà). All. Nisticò. ALBESE: Tarantini, Praino, Mat. Sinato, Gallesio, Roveta, Bellan (40′ st Daziano), Cornero (30′ st Delpiano), Granieri, Man. Sinato, Berberi, Poli. All. Rosso. Arbitro: Schirinzi di Nichelino Assistenti: Cavalieri e Spremulli di Torino